Comm.ni riunite Affari costituzionali (I e 1a) - Audizioni dell’ avvocato Giuseppe Busia nell' ambito dell' esame delle proposte di nomina a presidente dell' Autorità nazionale anticorruzione (Anac) e di Laura Valli, Luca Forteleoni, Paolo Giacomazzo e dell' avvocata Consuelo Del Balzo a componenti della medesima Autorità, del 9 settembre 2020.

Commissioni riunite Affari costituzionali (I e 1a) - Audizioni dell’avvocato Giuseppe Busia nell'ambito dell'esame delle proposte di nomina a presidente dell'Autorità nazionale anticorruzione (Anac) e di Laura Valli, Luca Forteleoni, Paolo Giacomazzo e dell'avvocata Consuelo Del Balzo a componenti della medesima Autorità, del 9 settembre 2020 - Sintesi diretta web.

L’Avv. Giuseppe Busia, candidato alla nomina di presidente ANAC, ha ricordato l’elemento consustanziale e tipico delle autorità indipendenti, cioè l’essere indipendenti dal governo, al fine di fornire al parlamento, interlocutore principale delle autorità indipendenti, l’apporto tecnico neutrale e qualificato, per dare gli strumenti a coloro i quali sono chiamati a prendere le decisioni più alte del nostro paese.

Questo è compito di tutte le autorità indipendenti, e dunque compito dell'ANAC.

L’ANAC è il frutto della di 3 anime che si sono fuse per una utile e importante intuizione del legislatore che ha voluto mettere insieme la vigilanza sui contratti pubblici, la trasparenza e la prevenzione della corruzione.

Queste tre anime si rafforzano reciprocamente in quanto sono necessariamente parti di un unico insieme e sulle quali, nella sua esperienza professionale ha avuto modo di lavorare. Con riferimento alla vigilanza sui contratti pubblici Ha detto infatti di essere stato per 4 anni segretario generale dell'autorità di vigilanza dei contratti pubblici, è stato segretario generale della conferenza stato-regioni e della conferenza unificata in seno alla quale è nato il primo accordo, fra osservatorio sui contratti pubblici regionali e nazionali, sulle centrali di committenza che costituisce uno dei pilastri su cui si basa la collaborazione e sul quale è necessario andare avanti.

Sul profilo della trasparenza, da ultimo, ha detto di aver lavorato come segretario generale del garante lavorando in sinergia con ANAC realizzando quelle che sono le linee guida sull'accesso civico, oltre che alla riforma della legislazione sulla trasparenza sulla revisione di dei vari istituti di accesso come l’accesso civico e l’accesso documentale.

A suo avviso ha detto che occorre una buona trasparenza, che sicuramente ha degli oneri e dei costi ma che va garantita sforzandoci di accrescerla in modo significativo nella materia dei contratti pubblici per prevenire la corruzione e garantire anche l'efficienza dei contratti pubblici.

...

In allegato la sintesi della diretta web.

Contenuto pubblico

Allegati