Ddl AC 2325 - Governo - "Conversione in legge del decreto-legge 30 dicembre 2019, n. 162, recante disposizioni urgenti in materia di proroga di termini".

"Conversione in legge del decreto-legge 30 dicembre 2019, n. 162, recante disposizioni urgenti in materia di proroga di termini legislativi, di organizzazione delle pubbliche amministrazioni, nonché di innovazione tecnologica" (AC. 2325)

 

Pagina lavori Camera

Prima lettura Camera - Testo

Assegnato alle Commissioni riunite I Affari Costituzionali e V Bilancio e Tesoro in sede Referente il 31 dicembre 2019.

Parere delle Commissioni: II Giustizia, III Affari Esteri, IV Difesa, VI Finanze, VII Cultura, VIII Ambiente, IX Trasporti, X Attività produttive, XI Lavoro, XII Affari sociali, XIII Agricoltura, XIV Politiche UE, della Commissione parlamentare per le questioni regionali e del Comitato per la legislazione.

Scadenza: 29 Febbraio 2020.

Commissione referente

Relatori: I – On. Baldino (M5S) e V – On. Melilli (PD)

Commissioni consultive

Discussione in Assemblea

Pagina documentazione fonte Camera dei Deputati

Audizioni informali Mercoledì 15 gennaio 2020

Ore 14: rappresentanti della Conferenza delle Regioni e Province autonome

Ore 15: rappresentanti di ANCI e di UPI

Audizioni informali Giovedì 16 Gennaio 2020

Ore 10: rappresentanti di PagoPA S.p.A.

Ore 10.30: Ugo Arrigo, professore di Economia politica e finanza pubblica presso l'Università di Milano Bicocca, e Massimo D'Antoni, professore di Scienza delle Finanze presso l'Università di Siena

Ore 11: rappresentanti dell'Associazione italiana grossisti di energia e trader (AIGET)

Ore 11.30: rappresentanti del Comitato idonei assistenti giudiziari (CIAG)

Ore 12: rappresentanti dell'Associazione nazionale costruttori edili (ANCE) e di Confedilizia

Ore 14.15: rappresentanti del Consiglio nazionale dell'ordine dei consulenti del lavoro

Ore 14.45: rappresentanti dell'Ente nazionale per le strade (ANAS) e dell'Associazione italiana società concessionarie autostrade e trafori (AISCAT)

Ore 15.30: Audizione della Ministra delle infrastrutture e dei trasporti, Paola De Micheli

Bozza organizzazione dei lavori che potrebbe variare:

  • lunedì 13 gennaio, ore 15: termine per la presentazione delle richieste di audizioni da parte dei rappresentanti dei gruppi;
  • martedì 14 gennaio: riunione degli Uffici di presidenza integrati dai rappresentanti dei gruppi per la definizione dell’elenco dei soggetti da audire e inizio dell’esame preliminare con gli interventi dei relatori e del Governo;
  • svolgimento delle audizioni da mercoledì 15 fino alla mattina di venerdì 17 gennaio;
  • venerdì 17 gennaio pomeriggio: seguito e conclusione dell’esame preliminare con gli interventi degli iscritti a parare e le repliche dei relatori e del Governo;
  • lunedì 20 gennaio, alle ore 15: termine per la presentazione degli emendamenti;
  • giovedì 23 gennaio, alle ore 9.30: dichiarazione di inammissibilità;
  • giovedì 23 gennaio, alle ore 12.00: termine per la presentazione dei ricorsi;
  • giovedì 23 gennaio, al termine della seduta pomeridiana dell’Assemblea: pronuncia sui ricorsi e riunione degli Uffici di presidenza, integrati dai rappresentanti dei gruppi, per la definizione del numero degli emendamenti da segnalare, fermo restando che si procederà alle segnalazioni ove il numero degli emendamenti fosse particolarmente consistente (superiore a 800); in caso contrario tutti gli emendamenti verrebbero posti in votazione;
  • venerdì 24 gennaio, alle ore 11.00: termine per la segnalazione degli emendamenti da porre in votazione;
  • settimana da lunedì 27: votazione degli emendamenti e conclusione dei lavori con il conferimento del mandato ai relatori.

Commissioni riunite I e V in sede referente del 28 gennaio 2020

Giuseppe BRESCIA, presidente, avverte che nella riunione congiunta degli Uffici di presidenza, integrati dai rappresentanti di gruppo, delle Commissioni riunite che si è svolta nella giornata odierna, preso atto dell'esigenza, rappresentata dalla Sottosegretaria Castelli, di disporre della settimana in corso per svolgere i necessari approfondimenti istruttori sulle proposte emendative presentate, anche ai fini della verifica delle coperture finanziarie in esse contenute, si è convenuto sull'opportunità di sconvocare le sedute delle Commissioni riunite previste nel corso della settimana corrente e di rinviare l'inizio dell'esame delle proposte emendative a lunedì 3 febbraio prossimo. Nessun altro chiedendo di intervenire, rinvia quindi il seguito dell'esame ad altra seduta.

Allegati